martedì, 4 Ottobre, 2022
HomeCatanzaroCatanzaro, illeciti nella gestione della piscina 'Caliò': Ecco perchè è stato condannato...

Catanzaro, illeciti nella gestione della piscina ‘Caliò’: Ecco perchè è stato condannato a 9 mesi l’ex assessore Mungo

Catanzaro – Traffico di influenze. Per questo reato l’ex assessore comunale di Catanzaro, Giampaolo Mungo, è stato condannato a nove mesi di reclusione (pena sospesa con la condizionale). Il procedimento in cui era indagato Gianpaolo Mungo traeva origine dalla denuncia presentata da Antonino Lagonia, difeso dall’avvocato Antonio Lomonaco e che si era concluso con la sentenza di primo grado lo scorso mese si maggio. Nelle motivazioni della sentenza si rileva che dalle indagini, condotte dalla Guardia di finanza, è emerso che, se da un lato non era possibile trovare riscontro rispetto alle dazioni di denaro, nessun dubbio poteva esserci circa l’assunzione della figlia dell’ex assessore nell’impianto sportivo della piscina ‘Vinicio Caliò’ di cui Lagonia si era aggiudicato l’appalto per la gestione.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,266FansLike
5,975FollowersFollow
389FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE