giovedì, 6 Ottobre, 2022
HomeAttualitàCaro bollette, Guzzi (Unilavoro Pmi): Governo salvi sistema produttivo italiano, servono soluzioni...

Caro bollette, Guzzi (Unilavoro Pmi): Governo salvi sistema produttivo italiano, servono soluzioni immediate

L’ennesimo furto sui sacrifici delle piccole e medie imprese italiane. Vogliono distruggere i sacrifici di una vita. Serve individuare, in tempi brevi, soluzioni adeguate. Troppe parole. Vogliamo fatti e concretezza. L’Italia è allo sbando. Non siamo tutelati da nessuno. Ovunque, teatrini imbarazzanti e zero soluzioni. Una commedia senza fine. Questi, e tantissimi altri commenti, estratti dal confronto con imprenditori locali, evidenzia Sebastiano Guzzi, Vice Presidente Nazionale Unilavoro Pmi, sono il segnale di una situazione complessa che non accenna a migliorare. Un’emergenza straordinaria che sta investendo il nostro paese e che desta forte preoccupazione.

Dopo le norme restrittive introdotte dal governo, continua Guzzi, è arrivato il colpo di grazia. L’aumento delle bollette e il rincaro delle materie prime hanno sortito effetti deleteri. Molte attività, tra cui quelle della ristorazione, sono con l’acqua alla gola. Stesso discorso vale per le aziende. A distanza di tempo, pensano, con convinzione e tanta amarezza, che chiudere, sia la scelta più conveniente e la più saggia. Dispiace, prosegue Guzzi, che il governo non abbia percezione reale della situazione. Ho sempre compreso e sostenuto i provvedimenti messi in atto dal governo, ritenendo che tali misure, cautelari e preventive, fossero efficientissime e potenzialmente capaci di contenere il rischio di contagio da Covid19, ma, al contempo, ho sostenuto e supportato le imprese. Queste ultime, hanno subito importantissime conseguenze e ora, a distanza di tempo, sono sprofondate in un abisso oscuro e senza vie d’uscita. Il caro bollette, prosegue Guzzi, sta seminando paura, sgomento e diffidenza. Le attività commerciali e le imprese sono allo stremo.
A preoccupare il mondo del lavoro non sono solo i rincari di luce e gas, ma anche quello dei carburanti. Molti settori, rischiano di doversi fermare. L’autotrasporto, la pesca e l’agricoltura hanno già manifestato grande disappunto per la mancanza di interventi da parte del Governo, e chiesto, a gran voce, la necessità di nuove misure in grado di calmierare, in tempi brevi, il caro bollette. Servono, sottolinea a gran voce un noto imprenditore locale, soluzioni immediate, che siano in grado di alleggerire l’aumento dei prezzi dell’energia e non solo. Servono anche interventi strutturali adeguati che riescano ad affrontare, a lungo termine, il problema dell’indipendenza energetica nazionale. Le misure messe in campo dal governo, conclude, sono assolutamente insufficienti; interi settori rischiano di doversi fermare. Non possiamo permetterlo conclude Guzzi. E’ necessario che il governo si attivi per salvare il sistema produttivo italiano.

Slide
Slide

(c.s.)

SEGUICI SUI SOCIAL

142,266FansLike
5,979FollowersFollow
389FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE