“Caravella del Mediterraneo 2021”, tra i premiati c’è Nicola Gratteri

Lecce – Nicola Gratteri, procuratore capo di Catanzaro, Giuseppe De Bellis, direttore di Sky Tg24, Noemi Di Segni, presidente della comunità ebraica in Italia, Maria Badalamenti, vittima di mafia, sono i destinatari dei riconoscimenti assegnati nell’ambito della 13° edizione del festival Giornalisti del Mediterraneo, che si svolgerà a Otranto (Le) dal 1 al 4 settembre prossimi, ma che è già in avanzata fase operativa: il Comitato scientifico del Festival ha infatti già deliberato i primi nomi per il “Caravella del Mediterraneo” 2021.

Il premio – spiega una nota – rappresenta l’incrocio dei mari e delle culture del “Mare Nostrum”, scenario millenario di scambi commerciali, linguistici e sociali tra Oriente ed Occidente. Altri riconoscimenti si aggiungeranno a quelli già assegnati nel corso delle prossime settimane. Tanti gli ospiti internazionali e i protagonisti del mondo dell’informazione in arrivo per questa edizione del Festival: molto attesa la partecipazione di Cuno Jakob Tarfusser, sostituto procuratore generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Milano che dal marzo 2009 all’agosto 2019 è stato giudice della Corte Penale Internazionale.

Tra gli ospiti anche Irvin Mujcic, profugo di guerra che oggi vive a Srebrenica e che, nel 1992, in seguito all’aggressione della Repubblica di Bosnia ed Erzegovina e alla campagna di pulizia etnica attuata lungo la valle della Drina, fu costretto ad abbandonare la città natale con la sua famiglia. Tra le grandi firme del giornalismo internazionale, Pietro Del Re che da oltre trent’anni segue come inviato per “La Repubblica” i maggiori eventi internazionali.