Arriva il Cap per Comunicare al presente

Cap 19 20
- Advertisement -

“Avevamo progettato tutt’altro palcoscenico per l’edizione Cap – Comunicare al Presente 19|20 ma l’emergenza sanitaria e l’evolversi degli eventi hanno ridisegnato nuovamente, inevitabilmente lo scenario. Tuttavia al nostro festival non abbiamo voluto rinunciare. Abbiamo dato così una prima sommaria risposta al tema cardine del nostro dibattito Come vogliamo vivere insieme? E una prima risposta è sicuramente reinventandoci, confrontandoci e riadattandoci a situazioni ed eventi che forse non avremmo nemmeno mai immaginato”. Si presentano così gli organizzatori del Cap che hanno voluto fortemente questa edizione caratterizzata dal distnziamento sociale.

- Advertisement -

“Il momento storico che stiamo vivendo è senza dubbio particolare, e la domanda diventa ancor più attuale in un’epoca in cui sembra impossibile vivere insieme – continuano – Almeno non come pensavamo di essere abituati. Abbiamo quindi spostato il dibattito su un palcoscenico virtuale ripensando il programma in ottica completamente digitale, scegliendo di dare precedenza al confronto disciplinare e professionale e rimandare a tempi migliori tutte le iniziative in presenza”.

Dicono ancora dal Cap: “Giovedì 29 e venerdì 30 ottobre apriamo il sipario della nuova edizione di Cap – Comunicare al Presente con i saluti introduttivi di Cinzia Ferrara designer e docente presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo e di Marco Tortoioli Ricci designer e presidente Aiap – Associazione italiana design della comunicazione”.

“A seguire le presentazioni dei progetti a cura dei tanti creativi e agenzie del Sud del mondo selezionati per la sessione Design Community affinchè la comunità di chi ama e vive il design continui a raccontarsi provando insieme, attraverso il nostro lavoro, a ridisegnare il presente”, aggiungono gli organizzatori.

“Proveremo – conclude il Cap – a ragionare in una prospettiva sistemica su come costruire relazioni e occasioni di incontro seppur virtuali, altrettanto significative ed urgenti”.

L’evento è promosso da Meme, associazione culturale/ LDC – Laboratorio di filosofia dei linguaggi e design della comunicazione visiva del Dipartimento di Studi Umanistici, Unical, Abadir e patrocinato da AIAP – Associazione italiana design della comunicazione,
in collaborazione con Rubbettino Editore, Unindustria Calabria e Accademia di Belle Arti di Catanzaro.

Cap – Comunicare al Presente – nasce da un’idea di Aldo Presta, designer calabrese e ambasciatore Aiap che da anni impiega le sue competenze, conoscenze e relazioni a disposizione del mondo professionale locale, di studenti e appassionati di cultura del design.

Cap è fatto da e per i professionisti della comunicazione visiva e del design. Di seguito lo staff completo nonché i promotori e coordinatori dell’iniziativa: Marina Simonetti per il coordinamento organizzativo e Presidente Meme, Elena La Regina, Manolito Cortese, Bruno La Vergata, Francesco La Regina, Francesco Amendola, Annarita Pagliaro, Francesco Marsico, Angela Allevato, Viviana Scutari.

Il Programma

29 OTTOBRE / DESIGN COMMUNITY

POMERIGGIO

Saluti di Cinzia Ferrara designer e docente presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo.

ore 16.00 Pia Panzarella / Cefalù (Sicilia)
Stanze

ore 16.15 BeSerif / Cosenza (Calabria)
Le vie dell’olio

ore 16.30 Studioprod / Caltagirone (Sicilia)
Terra Nostra

ore 16.45 Massimiliano di Lauro/ Trani (Puglia)
Psicologa Christine Winter

ore 17.00 Bruno La Vergata / Cosenza (Calabria)
ABAC Tutta l’arte è contemporanea

ore 17.30 Studio Rocca Grafica & Design / Davoli (Calabria)
La Naca di Davoli a Matera

ore 17.45 Ruggero Pane / Palermo (Sicilia)
Palermo Social Innovation Map

ore 17.50 Afterstudio / Modica (Sicilia)
Città di Modica

30 OTTOBRE / DESIGN COMMUNITY

MATTINA

Saluti di Marco Tortoioli Ricci designer e
presidente AIAP – Associazione italiana design della comunicazione.

ore 11.00 Mortise Design / Tokyo (Giappone)
Sushi Junction

ore 11.15 Idem / Conversano (Puglia)
Opera Frantoio D’Orazio

ore 11.30 Fonzy Nils / Napoli (Campania)
ZOOM

ore 11.45 Nju Comunicazione / Eboli (Campania)
Lechburg, vini della Transilvania

ore 11.55 Stefano Marra / Eboli (Campania)
Lavoro personale

ore 12.00 Lettera 7 / Cava De’ Tirreni (Campania)
Unibeat

ore 12.15 Salvartes Design / Jerez de la Frontera, Cádiz (Spagna)
El Bucarito

ore 12.30 Studio Asensò / Béziers, Occitania (Francia)
Mots Parleurs

ore 13.00 Studio Caffo / Cosenza (Calabria)
Emporia Gin

POMERIGGIO

ore 16.00 JacomyMayne / Godoy Cruz, Mendoza (Argentina)
Malbec Plural

ore 16.15 Francesco Amendola / Cosenza (Calabria)
Hyle Ristorante

ore 16.30 Ricardo Pletes / Santana de Parnaiba, San Paolo (Brasile)
Sal da Terra Man

ore 16.45 Ikn studio / Ariano Irpino (Campania)
Monserrato

ore 17.00 Lucas Torres / Lomas de Zamora, Buenos Aires (Argentina)
Border Festival

ore 17.15 Basile ADV in collaborazione con Resistenza TypeFoundry / Avellino (Campania)
IRPO

ore 17.30 LABBESTIA / Molfetta, (Puglia)
Quarantagiri

ore 17.45 Manuel Alvaro/ Bovalino (Calabria)
I predatori dei font perduti

ore 18.00 Studio La Regina / Cosenza (Calabria)
Zafferano del Re