martedì, 16 Agosto, 2022
HomeCronacaAppartenenti a cosche 'ndrangheta portano a spalla statue dei santi a Pasqua:...

Appartenenti a cosche ‘ndrangheta portano a spalla statue dei santi a Pasqua: E’ successo ancora nel Vibonese

Sarà all’attenzione dell’Ufficio del Procuratore Distrettuale Antimafia di Catanzaro, Nicola Gratteri l’informativa redatta dalle forze dell’Ordine e relativa alla presenza di numerosi soggetti appartenenti ad ambienti criminali alle processioni che hanno caratterizzato gli eventi religiosi di Pasqua a Sant’Onofrio, in provincia di Vibo Valentia. (nella foto la processione di quest’anno)

I fatti vengono riportati da ‘Il Quotidiano del Sud’ che spiega che la circostanza attiene “al porto delle statue delle Madonne, quella dell’Addolorata e del Rosario, in occasione del weekend delle festività pasquali. Sia venerdì che domenica le effigi in questione, infatti – in base a quanto emerge dai filmati – sarebbero state portate in spalla da soggetti attenzionati dagli inquirenti in quanto ritenuti – da questi ultimi – appartenenti ad ambienti criminali. Un episodio, questo, che ha sorpreso e non poco, soprattutto perché prima della celebrazione dei riti si era svolto una sorta di vertice tra la Diocesi con il suo massimo rappresentante, il vescovo Attilio Nostro, le forze dell’ordine e il procuratore capo Camillo Falvo finalizzato proprio ad impedire possibili e particolari ingerenze e presenze esterne. Come di consueto, poi, le liste dei portantini erano state consegnate per tempo alla Prefettura per essere controllate.

Slide
Slide

Tutto nella norma, dunque; i nominativi delle persone non avevano sollevato dubbi e perplessità. E così non si è reso necessario alcun cambio in corsa. Il cambio semmai è avvenuto a riflettori spenti, quindi dopo il deposito della lista, quando, appunto, le identità dei soggetti, nel caso segnalato, non sono coincise con quelle che fisicamente hanno portato in spalla le effigi dei santi”.

Il tutto è stato attenzionato dai carabinieri che hanno visionato una serie di documenti foto e video oltre ad aver notato, direttamente, ogni particolare.
Come si ricorderà, nel recente passato, le autorità religiose e civili arrivarono, per casi analoghi, al “commissariamento” delle Affruntate, in particolare a quelle di Stefanaconi e della stessa Sant’Onofrio.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,065FansLike
5,789FollowersFollow
387FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE