Albero europeo dell’anno, il platano millenario di Curinga è entrato tra i finalisti

Platano Curinga 20210217
- Advertisement -
Slider

Il platano di Curinga (CZ,) una pianta con oltre mille anni già eletto albero più amato d’Italia, è tra i finalisti del concorso Albero europeo dell’anno. Il concorso si svolge attraverso una votazione via web collegandosi al sito Albero europeo dell’anno. Si può votare fino al 28 febbraio.

Si tratta di un monumentale platano gigante dal tronco cavo, di 31 metri di altezza e 15 metri di circonferenza.
Attualmente l’albero calabrese, che è l’unico finalista italiano, si trova sul podio a poca distanza da un sicomoro russo ed un leccio spagnolo che è primo in classifica. Per questo servono ancora i voti.

Nel corso dell’ultima settimana (dal 22 al 28 febbraio) la votazione sarà segreta e sul sito non troverete il numero di voti. Il platano di Curinga si trova in un luogo molto particolare: affacciato sul Mar Tirreno, sporge su un piccolo ruscello. Dall’alto della sua maestosità, questo “guardiano” sembra vegliare amorevolmente sulla foresta. Si pensa che sia stato piantato dai monaci basiliani che arrivarono in Calabria più di mille anni fa e che costruirono l’eremo di Sant’Elia, ma le sue radici potrebbero essere ancora più vecchie. Il suo tronco è completamente cavo e ha un’apertura larga più di 3 metri; chi vi entra ha la sensazione di trovarsi all’interno di un’incredibile grotta boscosa. Per le grandi dimensioni della sua circonferenza è oggi il platano più grande d’Italia.

Per votare sono necessari 20 secondi. Basta collegarsi al link: https://www.treeoftheyear.org/Stromy/Curinga-Plane-Tree, selezionare il Platano e un secondo albero a scelta tra i meno votati; quindi si inserisce un indirizzo email dove ricevere il link per la validazione del voto e poi si deve cliccare sul link contenuto nella mail per confermare. L’ultimo passaggio è fondamentale affinché il voto sia valido!