Agostinelli (pres. aut. portuale) “Ecco i nostri prossimi obiettivi” – VIDEO

- Advertisement -

Andrea Agostinelli è il nuovo presidente dell’Autorità di Sistema portuale dei mari Tirreno Meridionale e Ionio.

Da poche ore l’ammiraglio Andrea Agostinelli, per 6 anni commissario presso l’autorità portuale di Gioia Tauro (Reggio Calabria), è presidente delle autorità portuali dei mari Tirreno meridionale e Jonio. “Pur essendo toscano mi sento molto calabrese – ammette a LaPresse l’alto dirigente navale – il commissariamento è stato lungo ed è arrivato il momento di una nuova governance che ci metta al pari delle altre autorità di sistema italiane.

Una svolta per cui ringrazio, anche a livello personale, il ministro ed il governo”. La rinascita dello scalo portuale internazionale calabrese è evidente, adesso si lavora ad un nuovo obiettivo.

“Gioia Tauro è un porto artificiale che in quanto tale può essere sempre migliorato – continua Agostinelli – Stiamo già lavorando alla banchina di ponente che costa 16 milioni e mezzo di euro su cui appoggiare un bacino galleggiante per le riparazioni navali. Una miglioria funzionale che garantirà altri 150 posti di lavoro. Ma ci concentreremo anche a migliorare gli altri porti di Corigliano (Cosenza), Crotone e Vibo Valentia”.

Inevitabile un passaggio sulle interferenze della ‘ndrangheta nei volumi di traffico ed i trasporti illegali. “La malavita ci nuoce molto, non c’è dubbio – conclude il neo presidente dell’autorità di gestione portuale calabrese – e per questo il nostro livello di attenzione rimane altissimo; peraltro paghiamo un prezzo anche nella produttività per tutti i controlli che si effettuano nel porto di Gioia Tauro”.