domenica, 25 Settembre, 2022
HomeCronacaAggredito Sindaco nel vibonese: solidarietà di Occhiuto e Limardo

Aggredito Sindaco nel vibonese: solidarietà di Occhiuto e Limardo

Aggredito nel tardo pomeriggio di ieri all'interno del suo ufficio in Municipio

Il Sindaco di Dasà (VV) Raffaele Scaturchio è stato aggredito nel tardo pomeriggio di ieri all’interno del suo ufficio in Municipio. L’uomo si trovava con alcuni tecnici quando ignoti si sarebbero introdotti in comune e avrebbero ferito il Sindaco alla testa con un oggetto non identificato. Immediata la chiamata anche al personale del 118. Sul posto anche i Carabinieri che indagano sull’accaduto.

Immediata solidarietà da parte del Sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo che esprime: «A nome mio personale e della mia città e di tutti gli altri sindaci della provincia di Vibo Valentia esprimo, senza nessun indugio, ferma e assoluta condanna per il gravissimo episodio accaduto nel pomeriggio ai danni del primo cittadino di Dasà, l’amico Raffaele Scaturchio, che è stato vigliaccamente e brutalmente colpito nell’esercizio del suo mandato nella casa comunale mentre era intento a lavorare per la sua gente. La nostra solidarietà al sindaco si estende a tutta la comunità di Dasà per il gesto vigliacco e assurdo che ha visto l’esplosione di una violenza inaudita anche ai danni della casa comunale».

Slide
Slide

Anche il Presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto rivolge “Sincera solidarietà, mia personale e da parte della Regione Calabria, al sindaco di Dasà, Raffaele Scaturchio, vittima di un inqualificabile atto di violenza. Siamo vicini alla cittadina vibonese. Che gli aggressori vengano al più presto individuati e assicurati alla giustizia”.

Solidarietà anche del Presidente del Consiglio RegionaleFilippo Mancuso – che afferma: “Gesti e atti di sopraffazione intollerabili i cui autori ci si augura siano rapidamente individuati e posti davanti alle loro gravi  responsabilità. Esprimo la solidarietà al sindaco di Dasà Raffaele Scaturchio, vittima di un’aggressione che per le offese arrecate alla sua persona, al suo ruolo di primo cittadino e all’Istituzione che rappresenta, suscitano disapprovazione e sdegno nella comunità calabrese”.

SEGUICI SUI SOCIAL

142,247FansLike
5,871FollowersFollow
388FollowersFollow

spot_img

ULTIME NOTIZIE