A Roberto Benigni il Leone d’oro alla carriera della Mostra di Venezia

Benigni
- Advertisement -
Slider

VENEZIA – Roberto Benigni avrà il Leone d’oro alla carriera della 78esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia: ad annunciarlo è la Biennale. La decisione è stata presa dal Cda della Biennale di Venezia, che ha fatto propria la proposta del direttore della Mostra Alberto Barbera.

“Il mio cuore è colmo di gioia e gratitudine – commenta Benigni -. È un onore immenso ricevere un così alto riconoscimento verso il mio lavoro dalla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia”.

Sin dai suoi esordi, avvenuti all’insegna di una ventata innovatrice e irrispettosa di regole e tradizioni, Roberto Benigni si è imposto nel panorama dello spettacolo italiano come una figura di riferimento, senza precedenti e senza eguali”, ha detto il direttore della Mostra del Cinema di Venezia, Alberto Barbera.

“Congratulazioni a Roberto Benigni per il meritato Leone d’Oro alla Carriera”. Così il ministro della Cultura Dario Franceschini, commenta l’assegnazione del Leone d’Oro alla Carriera 2021 a Benigni. “Sono felice – ha aggiunto – che, nell’anno delle celebrazioni dantesche, la Biennale abbia scelto di premiare l’estro di un artista che con il suo talento versatile e la sua irruenza gioiosa ha dedicato una vita alla cultura e alla divulgazione, sempre animato da una straordinaria creatività. Il Leone d’Oro è il riconoscimento anche a chi ha saputo mettere in scena magistralmente il capolavoro di Dante restituendolo anche alle generazioni più giovani”, ha concluso il ministro. Un riconoscimento italiano che arriva anni dopo l’Oscar a film “La vita è bella”, che ha consacrato anche negli Usa il nostro Roberto Benigni come maestro del cinema.