Vibo Valentia – Un uomo, Massimo Ripepi di 42 anni, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco a Piscopio, frazione di Vibo Valentia. Il fatto è avvenuto nel primo pomeriggio. (nella foto)
Il fatto di sangue si è verificato intorno alle 13:30 nei pressi degli uffici dell’ex Comune e davanti ad una sala giochi che pare la vittima, ritenuto un accanito giocatore d’azzardo, frequentava dopo un lungo periodo vissuto esclusivamente a Vibo. Negli ultimi tempi era però tornato a frequentare Piscopio, paese di origine dell’ex moglie.
Secondo i primi riscontri, nell’agguato mortale di oggi la vittima sarebbe stato affiancato da almeno un uomo in moto.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri. La vittima era già scampata ad un agguato lo scorso 4 giugno dello scorso anno nel quartiere Affaccio di Vibo Valentia. Nell’occasione ad aprire il fuoco contro l’uomo era stato il figlio sedicenne che, dopo avere confessato, ha potuto beneficiare della messa in prova in una comunità di recupero.
Il ragazzo aveva sparato al padre addebitandogli maltrattamenti perpetrati nei suoi confronti e nei confronti della madre. Al momento nessun collegamento è stato possibile stabilire fra i due fatti di sangue. I carabinieri che stanno effettuando i rilievi, non escludono alcuna ipotesi sul movente dell’omicidio.

21 ottobre 2018