Vibo Valentia, omicidio Fiorillo: killer condannato a 14 anni di reclusione

Vibo Valentia – Il Giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Vibo Valentia, Pia Sordetti ha condannato a 14 anni di reclusione Antonio Zuliani, di 27 anni, di Piscopio (nella foto a sinistra), al termine del processo con rito abbreviato per l’omicidio di Francesco Fiorillo, commesso il 15 dicembre 2015 in Contrada Suriani della Frazione Longobardi di Vibo Valentia. E’ stata accolta così la richiesta del pm Concettina Iannazzo.
A Zuliani gli investigatori della Questura vibonese, erano giunti grazie ad accertamenti tecnici, come quelli sulle celle telefoniche, e al dna trovato su dei guanti in lattice rinvenuti a poca distanza dal luogo del delitto, commesso a colpi di pistola da due persone mentre una terza attendeva in auto il ritorno dei complici.
Fiorillo, che era già noto alle forze dell’ordine per fatti legati alla droga e non aveva legami con la criminalità organizzata, secondo l’ipotesi degli investigatori, sarebbe stato ucciso per vendetta per le sue tendenze pedofile. Per l’omicidio, nel febbraio scorso, sono state arrestate altre due persone, Arcangelo D’Angelo, di 29 anni, e Saverio Ramondino, di 27.