Vibo Valentia, Consiglieri comunali si dimettono: Finisce l’era Costa. Ipotesi voto il 26 maggio

Vibo Valentia – Come annunciato nelle scorse ore i consiglieri comunali di Vibo Valentia facenti parte dei gruppi ‘Liberali per Vibo’, che rispondono a Forza Italia, ‘Vibo Unica’ e ‘Progressisti per Vibo’, questa mattina, si sono recati in Municipio per firmare le proprie dimissioni dalla carica e per porre fine all’amministrazione guidata dal sindaco Elio Costa, eletto primo cittadino nel 2015 con una maggioranza di centrodestra.
Anche il Partito democratico nei giorni scorsi si era detto favorevole alle dimissioni dopo la decisione del sindaco di non dimettersi. In totale i dimissionari sono stati 27. (foto sotto)
A dicembre tre assessori comunali di Forza Italia facenti capo al senatore Mangialavori si erano dimessi per consentire al sindaco il varo di una nuova Giunta al fine di rilanciare l’azione politico-amministrativa sino alla fine della consiliatura.
Giunta comunale che pero’ non e’ stata ancora nominata. Tutti i papabili assessori interpellati dal sindaco per entrare in Giunta hanno infatti opposto un netto rifiuto e da qui l’acuirsi di una crisi politico-amministrativa che da oltre un mese impedisce persino la convocazione del Consiglio comunale.
A meno di ripensamenti nei prossimi giorni da parte dei consiglieri dimissionari e, nell’ipotesi che l’eventuale futuro commissario prefettizio non trovi gli uffici comunali “in ordine”, quasi certamente si andrà al voto nella prima tornata elettorale utile: il 26 maggio 2019.