“Vi racconto come la ‘Ndrangheta controlla Cosenza”, denuncia shock dell’ex assessore Fresca

VIDEO Cosenza – Giulia Fresca, ingegnere e giornalista, assessore comunale per breve tempo ai Lavori Pubblici e mobilità sostenibile a Palazzo dei Bruzi, ha rilasciato un’intervista al giornalista di RaiNews24, Pino Finocchiaro che sicuramente farà discutere per la gravità delle affermazioni riportate.
Giulia Fresca denuncia da anni le infiltrazioni della ‘ndrangheta negli appalti pubblici. Ha subito minacce di morte. Le prime conferme vengono dall’inchiesta “Lande desolate” della DDA di Catanzaro.
Ecco quanto ha dichiarato Giulia Fresca nei due minuti già resi noti dal sito della Rai e che vi proponiamo nel video in basso.
“… Gratteri ha profondamente ragione: quanto sta uscendo fuori è solo la punta di un iceberg di quello che sta succedendo in Calabria… Quella di oggi è una mafia di laureati, non ci sono più le coppole e gli scarponi, non c’è più la vecchia ‘ndrangheta che si racconta nei libri. Si tratta di persone che hanno studiato, siamo davanti a una “mafia intellettuale”, a un’alta mafia…”.
“… Cosenza è una città particolare: negli anni si sono consolidati poteri forti, molto forti. espressione di un certo tipo di massoneria, che ha forti ingerenze nel governo della città. Ma la cosa più grave è che costoro hanno creato uno stato di bisogno della popolazione e delle classi professionali e per questo lo stato e le istituzioni hanno il dovere di incidere e di far sentire la loro voce…”.
“… Vuole sapere se ho paura? Sono stata oggetto di minacce di morte nonostante il periodo di malattia che sto affrontando… Non ho paura perché credo nelle istituzioni e nella magistratura, credo nel senso di legalità delle persone e in particolar modo dei magistrati e sono sicura che garantiranno giustizia a tutta la città…”.

http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Giulia-Fresca-intervista-Rainews24-coraggio-della-denuncia-Vi-racconto-come-Ndrangheta-controlla-Cosenza-86f0fecd-1fa9-473c-a152-54f74ed957c6.html