Uniti oltre la morte: lui muore per infarto, lei (originaria del Cosentino) pochi minuti dopo

Torino – Sono morti per un malore a pochi minuti di distanza l’uno dall’altra. È quanto avvenuto nella serata di domenica 7 luglio 2019, in un appartamento al secondo piano di un palazzo situato in via Collegno 8, in frazione Bruere di Rivoli, nel Torinese.
Alfredo Carbone, 73 anni, originario della Campania, si è sentito male in casa. Sua moglie, Gina Morelli di 71 anni, originaria del Cosentino, ha chiamato il 112 ma quando i soccorritori sono arrivati non c’era praticamente più nulla da fare. Il figlio Luigi aveva tentato di rianimare a lungo il papà, senza successo.
La donna, che aveva chiamato il figlio, poi si è sentita male anche lei sotto gli occhi di quest’ultimo. Nonostante i soccorritori fossero già lì.
Troppo forte il dolore, la donna è stata colpita da un infarto che non le ha lasciato scampo. Sul posto è così giunta una seconda ambulanza, ma le sirene sono state presto spente. Anche per la donna  ogni soccorso è risultato vano. I due cuori che hanno battuto all’unisono per una vita intera si sono fermati insieme, quasi a sancire la fine di una storia d’amore che non avrebbe potuto proseguire senza uno dei due protagonisti. I due coniugi stavano insieme da 50 anni e a breve avrebbero festeggiato l’anniversario.
Sul posto, oltre ai soccorritori, è poi intervenuta anche una pattuglia della polizia per le procedure del caso.