Torna l’emergenza rifiuti in Calabria, la Regione predispone nuova ordinanza urgente

Catanzaro – Sulla Calabria incombe nuovamente il rischio dell’emergenza rifiuti. La difficoltà dei Comuni a individuare i siti per gli impianti e il progressivo avvicinamento di alcune discariche al livello di saturazione stanno mandando in tilt il sistema di gestione e stanno creando un nuovo allarme, che ha indotto la Regione a correre ai ripari.
Nelle ultime ore, attraverso una comunicazione del dirigente generale della presidenza della Giunta regionale, Domenico Pallaria, (nella foto) la Regione ha inviato ai presidenti delle Comunità d’ambito di Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia una “proposta di ordinanza contingibile e urgente per assicurare la corretta gestione dei rifiuti urbani” nel territorio calabrese: nelle prossime ore, dopo il riscontro da parte degli Ato (Ambiti territoriali ottimali), l’ordinanza potrebbe essere ufficialmente adottata dal presidente della Regione, Mario Oliverio.
Nella comunicazione a firma del dirigente generale della presidenza della Giunta, si cristallizza il momento di grave difficoltà che si registra in Calabria. “Come è ben noto, la situazione contingente – scrive Pallaria – è ai limiti dell’emergenza sanitaria ed è purtroppo frutto della mancata indicazione da parte dei Comuni dei siti pubblici ove ubicare gli impianti e le necessarie discariche di servizio e dei ritardi nell’attuazione degli interventi già individuati.
Sin dalla data di approvazione del Piano regionale dei rifiuti nel corso delle innumerevoli riunioni e attraverso la copiosa corrispondenza intercorsa la Regione ha infatti richiamato i Comuni ad un’assunzione di responsabilità per il completamento in tempi ragionevoli dell’impiantistica pubblica ma è ormai palese che l’assunzione della decisione non può essere ulteriormente procrastinata. Occorre soprattutto agire immediatamente in relazione all’esaurimento dei volumi di abbanco degli scarti di lavorazione che è avvenuta in questi giorni con la drastica riduzione dei conferimenti nella discarica privata di Crotone peraltro annunciata dalla Sovreco durante la riunione congiunta tenuta con i presidenti degli Ato il 5 agosto durante la quale – si ricorda nella lettera – era stata richiesta alla Sovreco di presentare il progetto del sovralzo della discarica”.