Terremoto in Calabria, gente in strada e scuole evacuate in tutta la provincia di Catanzaro

Lamezia Terme – E’stata una mattinata di paura nell’intera area centrale della Calabria dove si sono registrate in successione due scosse di terremoto: La prima alle 8:11 di magnitudo 4.0 e la seconda alle 8:13 di magnitudo 2.0.
Il terremoto è stato distintamente avvertito nella due maggiori città della provincia. A Lamezia Terme, dove gli istituti scolastici sono stati evacuati dopo circa un’ora dall’evento e dove attualmente il Comune ha attivato una squadra intersettoriale (composta da tecnici, personale di polizia locale e personale della protezione civile), per una verifica speditiva di tutti gli Istituti Scolastici cittadini, al fine di accertare eventuali danni alle strutture. La squadra sarà integrata nella mattinata da personale del Copro dei Vigili del Fuoco.
Le verifiche in corso sono di natura preventiva, non essendo stati segnalati, allo stato, danni a cose o persone.
Maggiore panico si è registrato a Catanzaro, più vicino all’epicentro in termini chilometrici, dove molte persone sono scese in strada (nelle foto) e le scuole evacuate in tempi più celeri.
Il Rettore dell’Università Magna Graecia, Giovambattista De Sarro, ha disposto la sospensione di tutte le attività didattiche per la giornata di oggi.
Presi d’assalto i centralini delle forze dell’Ordine che, ognuno per le proprie competenze, hanno avviato le verifiche del caso.
La scossa del 4° grado è stata, inoltre, avvertita, come ci segnalano i nostri lettori, anche a san Giovanni in Fiore, Cosenza, Crotone, e nella provincia di Vibo e Reggio Calabria.
Al momento non si segnalano danni a persone o cose.