Speranza, garantisco continuità amministrativa. “No a rissose polemiche elettorali”

Lamezia Terme – “Non sono candidato e non ho atteggiamenti da candidato. Sono ancora il Sindaco della città e fino alle elezioni e, come è sempre avvenuto in questi anni, sto facendo in modo che il Comune e la macchina comunale mantengano un atteggiamento di giusta neutralità e sia garantita la continuità amministrativa nel rispetto dei cittadini”.
E’ quanto dichiara il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza che aggiunge “non comprendo tutto questo accanimento nei confronti e dell’amministrazione visto che i comportamenti e gli atti posti in essere sono validi, legittimi e rispettosi della legge. Sono qui per assicurare democraticamente l’arrivo del nuovo sindaco. Se qualcuno ritiene che gli atti dell’amministrazione siano non regolari può utilizzare gli strumenti che la legge gli consente, altrimenti risparmi le inutili e rissose polemiche elettorali”.
La caciara, i toni violenti non mi appartengono e non li ho mai utilizzati. Evitino – aggiunge Speranza – quindi quanti pensano di continuare a tirarmi in ballo per il loro tornaconto elettore di continuare in sterili polemiche solo per ottenere un minimo di visibilità“.
Aggiungo soltanto che l’intitolazione del primo tratto del lungomare dopo la sua apertura al pubblico nella scorsa estate non è mai avvenuta e che è un atto doveroso farlo nel giorno dell’anniversario dell’uccisione del Giudice Falcone. Tutti i consiglieri uscenti e tutti i candidati sono invitati a partecipare insieme alle autorità civili, religiose, militari e istituzionali alla cerimonia che si terrà domani così come domenica 24 maggio all’anniversario dell’uccisione dei due lavoratori Cristiano e Tramonte e alle altre iniziative pubbliche ed istituzionali che si terranno fino all’arrivo del nuovo sindaco e del nuovo consiglio comunale”.