Spaccio di cocaina nella Catanzaro bene, rideterminate pene in appello per 11 imputati

ph emmevi FILE DI ATTESA IN OSPEDALE PER RIFARSI IL NASO - COCAINA - FOTO ARCHIVIO (Agenzia: EMMEVI) (NomeArchivio: 31315a9d.JPG)

Catanzaro – Pene decisamente ridotte dalla Corte d’Appello di Catanzaro per le undici persone accusate di aver fatto parte di due distinte organizzazioni che avrebbero rifornito di cocaina i giovani della “Catanzaro bene”. I giudici di secondo grado ieri mattina hanno escluso l’esistenza di una delle due ipotizzate associazioni di cui avrebbero fatto parte Antonio Gualtieri, Giuseppe Barbuto e Massimo Purcaro (assolti per questo specifico capo di imputazione).
Cadute le accuse più pesanti anche per l’appuntato dei carabinieri, attualmente sospeso dal servizio, Mario Russo. I giudici lo hanno riconosciuto colpevole di un solo capo di imputazione relativo a un unico episodio di lieve entità e condannato a un anno e un mese di reclusione concedendo la sospensione della pena (in primo grado sette anni e tre mesi).

Questa la sentenza emessa ieri dalla Corte di appello di Catanzaro, presidente Caterina Capitò, a latere Angelina Silvestri e Assunta Maiore:

Antonio Scozzafava 4 anni e 8 mesi di reclusione (in primo grado a nove anni)

Giovanni Russo 5 anni e 4 mesi (in primo grado era stato condannato a nove anni e cinque mesi)

Liciu Gheorghe 1 anno e due mesi (in primo grado 1 anno e nove mesi)

Domenico Rubino, 2 anni, 8 mesi e 10mila euro di multa ( in primo grado a sei anni)

Alessio Gennaro Spagnolo 4 anni di reclusione e 2mila euro di multa (in primo grado a sei anni)

Antonio Gualtieri 2 anni, 8 mesi ,venti giorni di reclusione e 700 euro di multa (in primo grado a sette anni e sei mesi)

Massimo Purcaro 3 anni, quattro mesi e 600 di multa (in primo grado a quattro anni e sei mesi)

Giuseppe Barbuto, tre anni, 4 mesi di reclusione e 2.200 euro di multa (in primo grado a otto anni e sei mesi)

Maurizio Colicchia 1 anno e tre mesi di reclusione (in primo grado a un anno e nove mesi)

Santo Grande 1 anno, 3 mesi di reclusione e 2.150 (in primo grado a un anno e nove mesi).