Soverato in provincia di Cosenza, che gaffe da “Bestia” per Salvini

- Advertisement -

Non è stata una serata proprio tranquilla quella vissuta sabato sera a Soverato da Matteo Salvini nel suo tour elettorale estivo. Come vi abbiamo riferito in altra parte del giornale, oltre ad un nutrito gruppo di sostenitori, è stato accolto anche da centinaia di contestatori che hanno disturbato a lungo il suo “comizio” con annesso distacco temporaneo dell’impianto di amplificazione.
La serata, però, non prometteva bene. Infatti nell’annunciare sui social il prossimo arrivo a Soverato è incappato in una gaffe davvero clamorosa: “Soverato (Cosenza), arrivo!!!”.
Ma come il ministro dell’Interno che sbaglia provincia? Ora tutti concordiamo che l’instancabile Salvini ha commesso un errore, può capitare, succede, con il caldo e gli impegni continui poi….
Forse, però, questa gaffe, che gli è chiaramente costata moltissimi improperi e insulti, ci dice che la sua “armata” di consulenti, collaboratori, sondaggisti che comunemente viene chiamata “La Bestia”- per sottolinearne la potenza di “fuoco” sui social- ha fatto cilecca, fiasco, ha preso un colpo di sole.
Ora, diciamola tutta: in quanti credono che sia davvero Salvini a scrivere i post sui social? Con questa pletora di collaboratori pagati per svolgere l’irrefrenabile lavoro (chi dice che siano 9 addetti, 10 o forse più), il leader leghista dovrebbe stare sereno. E così è stato per tanto tempo, solo che se anche “La Bestia” comincia a perdere colpi, qualche preoccupazione inizia a fare capolino.
Anche una semplice gaffe come questa, infatti, può arrecare danni seri all’immagine di Salvini e alla sua azione politica di proselitismo in salsa calabrese.
Per mutuare un vecchio adagio: chi di social ferisce…

PS- il post è stato in seguito corretto.