Sorianello, uccise il cugino per gelosia: 19enne confessa davanti al giudice

Vibo valentia – “Ho ucciso io mio cugino”. A confessare il delitto di Bruno Lazzaro di 27 anni (a sinistra nella foto) è stato il 19enne Gaetano Muller (foto a destra) comparso dinanzi al Giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Vibo Valentia per essere processato con rito abbreviato.
Davanti al giudice, Giulio De Gregorio, è arrivata la confessione del fatto di sangue avvenuto il 4 marzo scorso a Sorianello, nel Vibonese. Particolarmente utili alle indagini si sono rivelate le conversazioni estrapolate dal cellulare della vittima ritrovato sul luogo in cui il giovane fu soccorso prima di essere trasferito in ospedale. Di fatto, grazie a queste conversazioni si è potuto appurare che, pochi minuti prima dell’agguato, Bruno Lazzaro era stato messo in guardia dalla ragazza, ex fidanzata di Muller, che temeva per la sua incolumità in quanto l’omicida era venuto a conoscenza della relazione fra i due.
Muller aveva quindi dato appuntamento in auto al cugino per portarlo in località ‘Savini’ di Sorianello. Qui la lite è però degenerata e Muller ha chiamato i carabinieri dicendo che il cugino si era ferito con un ferro. Oggi la confessione del delitto.