Sibilia: Non escludo che governo impugni annullamento scioglimento Comune Lamezia

Catanzaro – Non si può escludere che la sentenza del Tar del Lazio, che ha reintegrato il sindaco e il Consiglio comunale di Lamezia Terme dopo che gli organi amministrativi dell’ente era stati sciolti per infiltrazioni mafiose, possa essere impugnata dal Governo.
E’ quanto è emerso dalla conferenza stampa che il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia ha tenuto a Catanzaro a conclusione di un incontro in Prefettura. “Non posso rispondere su questo – ha detto Sibilia rispondendo ad una domanda dei giornalisti – ma, chiaramente, non lo posso nemmeno escludere”.
“L’obiettivo del Governo – ha aggiunto – è che gli scioglimenti dei Comuni per infiltrazioni mafiose vengano azzerati. Sarà forse un’utopia, ma noi dobbiamo andare sicuramente in questa direzione perchè, altrimenti, non si riuscirà a determinare quel cambiamento culturale che, invece, è necessario”.
“Dobbiamo capire – ha proseguito Sibilia – quando ci sono dei problemi e affrontarli con un nucleo di esperti, che abbiamo creato al Ministero dell’Interno e, chiaramente, dare anche il tempo, a queste persone, di eliminare l’infiltrazione criminale quando c’è. Quando non c’è bisogna pensare che quell’irregolarità può essere corretta con le nuove misure che abbiamo introdotto nel decreto sicurezza. Magari si può commissariare un solo settore e non l’intero comune per risolvere la criticità”.
“Le leggi sono una base di partenza importante – ha sostenuto ancora Sibilia – ma non funzionano con uno schiocco di dita. Oggi possiamo fare tantissimo per superare quelle che sono le contaminazioni delle organizzazioni criminali all’interno degli enti locali e ritengo che lo Stato oggi abbia tanti strumenti per poter fare questi passi in avanti”.