Scuola, Azzolina: Con ‘Dl Rilancio’ altri 30 milioni di euro in più per l’edilizia scolastica

Roma – Il Ministero dell’Istruzione Lucia Azzolina ha firmato il provvedimento per la ripartizione di 30 milioni di euro in più stanziati con il decreto Rilancio per l’edilizia scolastica. I fondi del decreto Rilancio vanno ad incrementare il Fondo unico per l’edilizia scolastica per l’anno 2020 e sono distribuiti tra tutte le Province e le Città metropolitane e poi tra i Comuni con un numero di studenti pari o superiore a 10.000. La ripartizione è avvenuta sulla base del numero di studenti presenti sul territorio. Le erogazioni saranno disposte direttamente dalla Direzione generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale del Ministero dell’Istruzione in favore degli Enti locali beneficiari.
Alla Calabria spettano 890.000 euro secondo la ripartizione economica suddivisa per Province, Città metropolitane e Comuni sulla base del numero di alunni.
Le cifre sono commisurate al numero di studenti presenti sul territorio di ogni provincia o comune.
Provincia di Cosenza: sono 33.374 gli alunni e 350.000 euro l’importo spettante;
Provincia di Crotone: sono 8.731 gli alunni e 40.000 euro l’importo spettante;
Provincia di Catanzaro: sono 17.076 gli alunni e 120.000 euro l’importo spettante;
Provincia di Vibo Valentia: sono 8.842 gli alunni e 40.000 euro l’importo spettante;
Città metropolitana di Reggio Calabria: sono 28.572 gli alunni e 220.000 l’importo spettante;
Comune di Reggio Calabria: sono 15.121 gli alunni e 120.000 euro l’importo spettante.
“Con queste risorse – ha dichiarato Azzolina – gli Enti locali potranno effettuare interventi urgenti di edilizia scolastica, nonché adattare gli ambienti e le aule didattiche per il contenimento del contagio relativo al Covid-19 per l’avvio del nuovo anno scolastico 2020-21. Sull’edilizia stiamo correndo e continuando a sbloccare fondi e interventi. Nei giorni scorsi ho firmato, infatti, anche un altro importante decreto per l’assegnazione di 320 milioni nell’ambito della programmazione triennale nazionale per l’edilizia scolastica che consentiranno i lavori in ulteriori 211 scuole”.