Sanità, Granato e Sapia (M5S) fanno bloccare “concorso contrario al piano di rientro”

Roma – «In seguito a una nostra precisa segnalazione, la struttura commissariale per la Sanità calabrese ha bloccato il concorso per la direzione del reparto di Medicina generale dell’ospedale ‘Pugliese-Ciaccio’ di Catanzaro, il cui colloquio era previsto per martedì 2 aprile 2019. Ringraziamo per la prontezza d’intervento i commissari Saverio Cotticelli e Thomas Schael, che hanno fermato una procedura inammissibile, in quanto contraria al piano di rientro dal disavanzo sanitario regionale».
Lo affermano, in una nota, i parlamentari del Movimento Cinque Stelle Bianca Laura Granato e Francesco Sapia, che spiegano: «Nello specifico, con un’argomentata nota abbiamo informato la struttura commissariale del governo circa l’assurda continuazione di questo concorso, risalente addirittura al 2016 e portato avanti benché con recente legge regionale sia stato avviato il processo di fusione del policlinico universitario e dell’ospedale pubblico di Catanzaro, rinviandone il completamento a provvedimenti successivi e demandando all’atto aziendale, ad oggi inesistente, la definizione dell’assetto organizzativo e dei dipartimenti assistenziali dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Mater Domini-Pugliese Ciaccio”, nonché l’individuazione delle loro strutture complesse a direzione ospedaliera e a direzione universitaria».
«Così – concludono Granato e Sapia – abbiamo impedito che, peraltro a pochi mesi dalle elezioni regionali, si realizzasse una vera e propria forzatura, la quale, dato l’ostinato immobilismo del governatore Mario Oliverio, si sarebbe aggiunta alle tante altre che ogni giorno si verificano nell’ambito della martoriata sanità calabrese».