Pugno duro sulla strade catanzaresi della Polizia: No abuso di alcool, uso droghe e smartphone alla guida

Catanzaro – La Polizia di Stato intensifica i controlli su strada durante le notti più a rischio per contrastare il fenomeno della guida in stato di ebbrezza o di alterazione per l’assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope.
Durante la notte tra il 3 e 4 agosto è stato attivo un dispositivo di controllo, lungo la fascia costiera delle strade del catanzarese, composto da 4 pattuglie della Polizia Stradale e della Questura di Catanzaro e da un camper con a bordo personale medico e sanitario della Polizia di Stato, al fine di effettuare test specifici in grado di accertare eventuali stati di alterazione alla guida,
Nel corso del servizio, 137 conducenti, di cui 87 uomini e 50 donne di diverse fasce di età, sono stati sottoposti al controllo mediante precursori che valutano la presenza di alcool nell’aria espirata. Successivamente, i conducenti risultati positivi al precursore sono stati sottoposti alla prova dell’etilometro.
Di questi, 3 sono risultati positivi al test alcolimetrico ed uno di loro è risultato positivo anche all’uso di cocaina. Oltre alle previste sanzioni amministrative, che variano da un importo di 544,00 euro fino a 6.000,00 euro, è scattato, nell’immediatezza, a loro carico, anche il ritiro della patente di guida ai fini della sospensione, mentre per il conducente che era alla guida in stato di alterazione per l’assunzione di sostanze stupefacenti, oltre alla sospensione della patente di guida, è scattata la denuncia penale.
Si rammenta che il Codice della Strada prevede conseguenze importanti per la guida in stato di ebbrezza e/o di sostanze stupefacenti, sia di tipo amministrativo che penali. Oltre a sanzioni amministrative per migliaia di euro, sono previste sanzioni accessorie del ritiro della patente ai fini della sospensione fino ad un massimo di due anni e la revisione della patente stessa, che comporta l’obbligo per il conducente di presentarsi presso la Commissione Medica Provinciale per l’idoneità dei requisiti psicofisici, con la riduzione eventuale della validità della patente. E’ prevista anche la confisca del veicolo qualora il conducente e proprietario del veicolo superi il tasso alcolemico di 1,5 g/l.
Durante l’attività, sono state contestate altre violazioni al Codice della strada per la mancanza della prescritta visita periodica della revisione, per mancanza di documenti, e per il mancato uso dei sistemi di ritenuta per bambini e nel complesso sono stati decurtati 80 punti.
Nello stesso fine settimana, inoltre, la Polizia Stradale di Catanzaro ha intensificato i controlli per arginare il fenomeno dell’uso dello smartphone mentre si è alla guida, ormai diventato una delle principali cause di incidentalità, talvolta con conseguenze nefaste. Tra sabato e domenica, infatti, sono state elevate 24 contravvenzioni specifiche, con sanzioni amministrative da 165,00 euro a 661,00 euro, e con la sanzione accessoria della decurtazione di 5 punti.
L’attività di prevenzione continuerà in tutto il periodo estivo al fine di garantire, quanto più possibile, la sicurezza stradale.