Primi effetti negativi della “direttiva” Cotticelli, contratti revocati a 2 medici lametini

Lamezia Terme – “Ci sembra davvero ingiusto dover ancora una volta sottolineare una presa di posizione che non tiene conto delle esigenze del territorio ma che potrebbe costringere l’ospedale di Lamezia e, di conseguenza l’utenza, a far riferimento ad altre strutture. Noi siamo a favore dell’ospedale, del personale e dei malati, per questo non possiamo non evidenziare alcune situazioni”.
La riflessione arriva dal ‘Coordinamento Sanità 19 Marzo’ che rende noto “che, nonostante in nessun altro ospedale come Catanzaro, Cosenza e altri, le assunzione previste dal Commissario Scura siano state sospese, a Lamezia Terme, invece il dg dell’ASP CZ, Fico, abbia deciso diversamente. In pediatria 2 medici dopo aver firmato il contratto per
essere a disposizione del reparto lametino, questa mattina, si sono visti annullare il contratto. Se così fosse, nell’ospedale di Lamezia da domani si verrà a creare una grossa criticità nel dipartimento materno infantile. Con queste revoche si lascia Pediatria e Neonatologia in emergenza”.
A parere del Coordinamento “La situazione è già molto pesante, basti pensare che ci sono medici in gravidanza non sostituiti e altri in aspettativa per incarico al ‘Pugliese-Ciaccio’, quindi, Pediatria è con 5 medici e Neonatologia 4, che stanno facendo comunque Guardia Attiva, da 15 giorni. Da domani dovevano essere assunte 2 unità mediche per sostituire 2 i medici in gravidanza ma ciò non accadrà per il blocco di cui sopra. E allora si aspetta che la situazione esploda per le difficoltà assistenziali? Una delle due unità, che dovevano iniziare a lavorare dal primo maggio era in servizio a Vibo Valentia, dopo aver firmato il contratto, come previsto per legge, si è licenziata dalla Azienda Sanitaria di Vibo, da domani è una disoccupata. Un bel regalo per la festa dei lavoratori! Urgono provvedimenti immediati per risolvere la situazione e non lasciare in questo stato il reparto, dove potrebbero trovarsi in difficoltà dei bambini, i nostri figli”.
“Sarà stata una ‘errata’ interpretazione della comunicazione che il commissario Cotticelli, ha fatto a tutte le ASP, con la quale blocca tutte le assunzioni e anche le prese di servizio di chi già è stato assunto?- chiede il Coordinamento lametino. Questa è la Sanità che vogliamo? Questa è la Calabria che ci prospettano?”