Preso in Brasile dopo 5 anni di latitanza il broker della cocaina Assisi legato alla ‘ndrangheta

Brasile – E’ finita dopo 5 anni la latitanza dorata di uno dei più grandi broker di cocaina del mondo. All’alba di questa mattina, infatti, è stato arrestato Nicola Assisi, 61anni, di San Giusto Canavese (Torino), ritenuto uno dei più grandi trafficanti di cocaina al servizio della ‘ndrangheta. Le manette sono scattate a Praia Grande, in Brasile, dove la polizia federale ha concluso un indagine condotta in cooperazione internazionale con i carabinieri di Torino, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia.
Nello stesso alloggio è stato arrestato anche il figlio Patrick, 36 anni, originario di Chivasso (Torino), accusato come il padre di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti. Entrambi erano nell’elenco dei 100 latitanti più pericolosi e Nicola deve scontare una pena definitiva di circa 14 anni. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati 2 pistole, 1 chilo di cocaina e un macchinario per riprodurre sigilli per container.