Pistole e munizioni in casolare, arrestati padre e figlio nel vibonese

Vibo Valentia – Due persone, padre e figlio, Filippo Niglia, di 59 anni e Salvatore Niglia di 31, già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di detenzione di armi clandestine, munizioni e per ricettazione.
I carabinieri di Vibo Valentia, nel corso di un’operazione di rastrellamento in alcuni casolari in località San Leo, hanno trovato un vero e proprio arsenale composto da due pistole calibro 7.65 illegalmente detenute, di cui una rubata a Parma nel 2008, 110 colpi dello stesso calibro e 10 cartucce di fucile calibro 12.
Le armi sono state trovate anche grazie all’ausilio delle unità cinofile dello Squadrone cacciatori che hanno individuato, sotto alcune piante, un antro sotterraneo all’interno del quale erano custodite le pistole e le munizioni. I due, proprietari del casolare, sono stati posti ai domiciliari.