Parco Biodiversità Savutano, Comitato di Cittadini: “Lamezia fa ancora parte della Provincia di Catanzaro?”

Lamezia Terme – “Dopo gli annunci e le promesse mai rispettate da parte di Enzo Bruno, Sergio Abramo non assume alcun impegno, anzi sembrerebbe passare la palla alla Regione. Cambia il colore politico dei Presidenti ma la sostanza non cambia: la Provincia di Catanzaro non completa i lavori del Parco della Biodiversità di Lamezia e calpesta i diritti di un’intera comunità”.
Lo afferma in una nota il Comitato di Cittadini sorto spontaneamente, più volte intervenuto sull’area verde che sarebbe dovuta sorgere nei pressi del Comune e della costituenda nuova Cattedrale. E parte la provocazione del Comitato: “Lamezia fa parte ancora della Provincia di Catanzaro? Sembrerebbe proprio di no visto l’atteggiamento assunto dall’Ente intermedio in questi anni. I lavori del Parco della Biodiversità di Savutano avrebbero dovuto essere completati in duecentodieci giorni a partire dalla consegna dei lavori avvenuta, già con colpevole ritardo, nell’agosto del 2016. Ricordiamo, infatti, che nel mese di aprile del 2015 il Presidente della Provincia dell’epoc,a Enzo Bruno, affermò che ‘entro un anno Lamezia avrebbe avuto la sua area verde attrezzata’. Da allora sono seguite una serie di dichiarazioni sul completamento dei lavori del parco mai rispettate. L’ultima in ordine di tempo prospettava una conclusione dei lavori entro il 2018. Ma non è finita qui. In questi giorni è arrivata la ciliegina sulla torta. Sembrerebbe che nell’enunciazione delle linee programmatiche il Presidente Sergio Abramo avrebbe reso noto il passaggio a competenza regionale sia del Parco di Savutano che dello Stadio Carlei, restando affidata alla Provincia la sola gestione”.
“Siamo arrivati, ormai, al limite della sopportazione. Il capoluogo di Regione si è dotato da tempo del Parco della Biodiversità che sicuramente per la sua bellezza e imponenza è una struttura importante per l’intero territorio. Ci chiediamo come mai la città di Lamezia Terme, che dovrebbe avere dignità uguale alla città Catanzaro, non possa essere dotata del suo Parco della Biodiversità sia pur molto più piccolo di quello situato nel capoluogo di Regione. Il dubbio nasce spontaneo: parliamo di ‘Area Vasta’, o di ‘Area Farsa’? Presto scioglieremmo questo dilemma”.