Omicidio Pagliuso, udienza preliminare per Marco Gallo il 19 febbraio-VIDEO

VIDEO Lamezia Terme – Il 33enne Marco Gallo, arrestato con l’accusa di essere l’autore materiale dell’assassinio dell’avv. Francesco Pagliuso, avvenuto a Lamezia Terme la sera del 9 agosto 2016, dovrà comparire, per l’udienza preliminare, il 19 febbraio prossimo davanti Giudice per le indagini preliminari del tribunale di Catanzaro, Pietro Carè che dovrà esaminare la richiesta di rinvio a giudizio presentata dalla Procura antimafia di Catanzaro e firmata da Elio Romano.
Come si ricorderà su Gallo pesano anche le accuse per altri due omicidi: quello di Francesco Berlingieri, il fruttivendolo 57enne ucciso il 19 gennaio 2017 in via Fiume, a Lamezia Terme, davanti al suo negozio e quello di Gregorio Mezzatesta, 53 anni assassinato a Catanzaro il 24 giugno 2017 nelle vicinanze della stazione delle Ferrovie della Calabria.
Il sospetto tramutato in atto di accusa dagli investigatori è che Gallo, ufficialmente titolare di una società di consulenze, sia stato in realtà un killer della presunta cosca Scalise.
Le indagini che hanno portato all’identificazione dell’assassinio dell’avvocato Pagiuso sono state condotte dai carabinieri del Nucleo investigativo di Catanzaro e coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia del capoluogo.
Pagliuso fu ucciso con tre colpi di pistola da una persona introdottasi nel giardino della sua abitazione mentre appena rincasato dallo studio, stava scendendo dalla propria automobile.
Secondo gli investigatori l’omicidio sarebbe maturato nell’ambito dello scontro tra le famiglie Scalise di Decollatura-Soveria Mannelli e i Mezzatesta.