Il gusto di una tradizione che resiste: La “Muzzunata” lametina

Lamezia Terme – A Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro, da maggio ad ottobre è possibile trovare nei bar e pasticcerie della città una deliziosa granita di mandorle che qui chiamano ‘a muzzunata e che ricalca quella più famosa siciliana.
Non si hanno notizie certe riguardo l’origine della muzzunata; certo è che oggi come ieri la sua artigianalità è rimasta la stessa. Si consuma assieme all’immancabile “brioscia col tuppo” (anch’essa rigorosamente artigianale), ‘pucciandola’ nel bicchiere e, prima di questa, si racconta che la si accompagnasse con un semplice panino. Insomma, una colazione nutriente, una merenda o un dessert goloso da gustare durante tutta la bella stagione.

La muzzunata lametina prende probabilmente il nome dal grosso pestello del mortaio dentro al quale venivano pestate le mandorle pelate, private prima della pellicina facendole bollire, per ricavarne il prezioso latte; secondo altri deriverebbe dal termine siciliano muzzuna che si riferirebbe ad una brocca in terracotta senza collo che un
tempo conteneva la granita.
Per fare la muzzunata le mandorle venivano schiacciate assieme a zucchero ed acqua per rendere l’impasto morbido e lavorabile; una volta creata, questa pasta era filtrata diverse volte attraverso l’uso di una federa di cuscino in cotone, così da depurare il latte da possibili grumi.
Non a caso la muzzunata lametina è più bianca rispetto alla granita artigianale siciliana, proprio per via di questo filtraggio; il passaggio successivo era poi quello del condensamento e raffreddamento. All’epoca però non esistevano i congelatori elettrici, o per lo meno, erano pochissimi.
Si ricorreva perciò ad un contenitore nel quale al ghiaccio (acquistato a blocchi nelle ghiacciaie di un tempo) si univa il sale, in una sorta di salamoia. Questo procedimento permetteva al latte di mandorle di diventare una bella crema ghiacciata senza alterarne le caratteristiche.
Secondo quanto si racconta, la prima muzzunata è quella del Bar Pasticceria Gelateria Federico, storico locale di Piazza Mercato Vecchio a Lamezia Terme, che lavora sin dal 1800; quattro generazioni di pasticceri che hanno tramandato a figli e nipoti questa tradizione dolciaria.
Alcuni membri della famiglia, a quanto pare, nel dopoguerra frequentarono molto le zone di Reggio Calabria, dove la granita è ancora un must, vista la vicinanza con Messina e con la Sicilia in generale.
La ricetta è ovviamente segreta, ma quello che si sa è che nel produrre la muzzunata gli eredi Federico continuano ad utilizzare ingredienti di qualità uniti alle tecnologie moderne. Il primo punto vendita della loro pasticceria era un minuscolo laboratorio di qualche metro quadrato, vicinissimo a quello in cui si trova attualmente e che molti ricordano ancora.

(Fonte ilcalicediebe.com)