Morì al ‘Pugliese’ dopo operazione all’anca in struttura privata: Procura apre inchiesta

Catanzaro – Dovrà essere l’indagine aperta dalla Procura di Catanzaro a chiarire le cause della morte di Massimo Luppino, 60 anni, tecnico di Radiologia deceduto il 3 febbraio scorso nel reparto di Rianimazione dell’ospedale ‘Pugliese-Ciaccio’.
L’uomo era stato in precedenza operato all’anca presso una struttura privata di Catanzaro, la clinica ‘Villa del Sole’. Il 28 gennaio scorso a causa di uno un shock settico l’uomo è stato trasferito d’urgenza presso il reparto di rianimazione del nosocomio del capoluogo dove, purtroppo, dopo qualche giorno è morto.
Secondo quanto si è appreso martedì mattina la guardia di finanza, su disposizione della Procura, ha infatti acquisito tutta la documentazione utile nell’ospedale e nella struttura privata.
Sulla vicenda anche il Dipartimento tutela della salute della Regione Calabria ha avviato, nelle settimane scorse, un’ispezione.