Migranti sbarcati ieri a Cirò, arrestati i due scafisti. Traditi da video e selfie sui loro smartphone-VIDEO

- Advertisement -

VIDEO Crotone – I carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto un 45enne e un 48enne di nazionalità ucraina, ritenuti responsabili di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Si tratta degli scafisti che hanno condotto l’imbarcazione a vela, giunta nella mattinata di venerdì sulla spiaggia di località Marinella, nel comune di Cirò, nel Crotonese, con a bordo 57 migranti di nazionalità pachistana.
Le indagini dei carabinieri hanno consentito di individuare e arrestare i due cittadini ucraini, ritenuti colpevoli di avere effettuato il trasporto di stranieri nel territorio italiano. Gli arrestati dopo le formalità di rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Crotone.
A tradirli sono stati video e selfie ritrovati sui telefoni cellulari. I militari dell’Arma, intervenuti sul luogo dello sbarco, hanno poi individuato i due scafisti nel centro abitato di Torretta di Crucoli diverse ore dopo lo sbarco.
Condotti presso la caserma di Cirò Marina per l’identificazione, i militari hanno controllato i telefonini de due uomini, su uno dei quali hanno scoperto il video che li ritraeva mentre timonavano il veliero. Video che è stato successivamente mostrato ai migranti che li hanno riconosciuti come i due uomini che avevano condotto la barca fino alle coste calabresi.