Manuela Costanzo “Lavoro della commissione ligio e trasparente. No a strumentalizzazioni”

Catanzaro – Riceviamo e pubblichiamo:
“Devo sottolineare, mio malgrado, che la querelle mediatica sui lavori delle commissioni consiliari a Catanzaro continua in maniera tanto imperterrita quanto tristemente pretestuosa. Ciò avviene anche da parte di chi l’opposizione potrebbe, anzi, dovrebbe farla nella sede istituzionale competente dove, invece, spesso non si presenza, salvo comparire permanentemente sulla stampa.
Avendo già ampiamente chiarito come la IV commissione lo scorso 28 dicembre si sia riunita in seduta ordinaria, in quanto già precedentemente calendarizzata, così come ogni anno in quel periodo, ritengo di dover chiedere io dei chiarimenti.
Esattamente, l’associazione “I Quartieri” che tanto appare sui media, da chi è effettivamente composta? Oltre a note stampa, mi chiedo se dietro ci siano delle persone che dovrebbero animare qualsiasi associazione. Non è dato ad oggi saperlo.
E il Presidente della stessa associazione, è lo stesso o è un omonimo dell’ex portavoce cittadino di Fratelli D’Italia-AN di Catanzaro, Abramiano di ferro?
E’ lo stesso o è un omonimo del suddetto portavoce che nel gennaio 2017 dichiarava: “Ad Abramo può succedere solo Abramo, c’è un solo candidato a sindaco della città. La nostra è la valutazione di un lavoro, troppo volte silenzioso di chi, Abramo, ha in questi anni amministrato la città di Catanzaro, investendo energie, lavoro, dedizione, professionalità” dopo aver nel maggio 2016 “firmato virtualmente il documento politico del centrodestra per le amministrative 2017” ?
E’ lo stesso o è un omonimo dell’Alfredo Serrato condannato in maniera definitiva dalla V sezione penale della Corte di Cassazione (sentenza n. 8678 del 26 febbraio 2004) per aver insultato pubblicamente per il suo aspetto fisico una donna? Come Presidente della Commissione politiche sociali mi interessa saperlo, senza peccare di dover essere additata come “maestrina”.
Ed è lo stesso o è un omonimo Presidente de “I Quartieri” che nell’agosto 2012 scriveva: “Scopriamo che Sergio Costanzo è il portatore assoluto del verbo. Ma, il suo verbo è un verbo politicamente scorretto, minimalista e francamente di una mediocrità disarmante, tanto da indurci a considerarlo solo per umana pietà”?.
Solo una volta avuto risposta a questi quesiti mi si da’ la possibilità di capire con quale Alfredo Serrao e con quale associazione debbo eventualmente interloquire.
Con il cuore pieno di dubbi in merito, in attesa continuerò in maniera ligia e trasparente il lavoro della commissione comunale che i miei colleghi mi hanno dato l’onore di presiedere”.

Manuela Costanzo
Presidente Commissione politiche sociali Comune di Catanzaro