Manovra, approvata raccomandazione dell’on. d’Ippolito (M5S) contro gli inceneritori

Roma – «Nell’ambito della manovra finanziaria la Camera ha approvato la raccomandazione presentata dal deputato 5stelle della commissione Ambiente Giuseppe d’Ippolito, volta ad abolire gli inceneritori ed eliminare ogni sostegno pubblico a tutte le pratiche di incenerimento dei rifiuti».
Lo si legge in una nota stampa dello stesso parlamentare. In particolare, la proposta di D’Ippolito nasce dall’esigenza, è scritto nel testo, «di evitare nuove condanne in sede europea».
Con questa raccomandazione il governo dovrà valutare «l’opportunità di proporre al Parlamento decreto d’abrogazione» dell’articolo 35 del decreto “Sblocca Italia”, che qualifica gli inceneritori come «infrastrutture e insediamenti strategici di preminente interesse nazionale», proponendo di sostituirla con «altra disposizione maggiormente conforme alle direttive europee, con particolare riferimento alla gerarchia di smaltimento dei rifiuti, e quindi evitando il ricorso alla termovalorizzazione».
D’Ippolito esprime nel merito la propria soddisfazione. «È stato compiuto – afferma – un importante passo in avanti per una corretta e sana gestione del ciclo dei rifiuti, basata sul ricupero e il riutilizzo nel rispetto dell’ambiente e a piena tutela della salute, in Calabria ad oggi tanto minati da impianti come l’inceneritore di Gioia Tauro, la centrale a biomasse del Mercure e altre sparse per la regione, che a danno delle casse pubbliche hanno prodotto profitti per pochi, spesso perfino con il sospetto di appetiti criminali, e compromesso la salubrità di interi territori dalla chiara vocazione turistica e agricola».