Debiti servizio idrico 1981-2004, buone notizie per il Comune di Lamezia: si “spalmano” in 20 anni

- Advertisement -
Slider

Lamezia Terme – Buone notizie per i conti del Comune lametino. Nel corso dell’ultima riunione di giunta regionale, su proposta dell’assessore alle infrastrutture, Roberto Musmanno è stato approvato il provvedimento che consente ai Comuni in stato di riequilibrio finanziario, accertato con deliberazione consiliare e trasmesso alla corte dei conti, di rateizzare, su venti anni, invece degli attuali dieci, i debiti relativi al servizio idropotabile maturati fra il 1981 e il 2004.
La novità interessa anche il Comune di Lamezia Terme che, come si ricorderà, nei mesi scorsi ha “scoperto” di avere una pendenza nei confonti della regione di 14 milioni di euro. Il “giallo” che ha ha provocato interventi ed interrogazioni consiliari rimane ancora irrisolto stante che le uniche informazioni chiare riguardano solo due rate pagate di un piano di rientro concordato con la Regione e la “sparizione” dai bilanci comunali della restante somma.
La novità adottata dalla giunta regionale consentirà ora di spalmare il debito in 20 anni con significativo sollievo della casse comunali.
L’assessore Musmanno ha dichiarato “la Giunta regionale ha voluto venire incontro alle esigenze dei comuni. La misura è infatti finalizzata a evitare che si accentui il rischio di dissesto finanziario degli enti municipali. Spalmando i debiti su venti anni invece di dieci si realizzano condizioni finanziarie più favorevoli che renderanno meno gravose le difficoltà finanziarie che la gran parte dei comuni calabresi si trova ad affrontare”.