Lamezia, strani segni vicino alle abitazioni: Ecco l’alfabeto di chi ruba nelle case-GRAFICA

Lamezia Terme – Probabilmente, anche in queste giornate di festa, alcuni cittadini si saranno accorti che nelle vicinanze delle proprie abitazioni sono apparsi strani segni. Sui muri, sulle canaline dell’acqua piovana, vicino ai citofoni o a fianco dei garage.
In redazione abbiamo ricevuto una di queste segnalazioni con tanto di fotografia. Come si evince chiaramente qualcuno ha tracciato due strani simboli che, di certo, rappresentano una sorta di codice per i malintenzionati in genere: zingari, romeni, delinquenti locali.
Sono bastati pochi click sulla rete per scoprire che le forze dell’ordine hanno codificato i vari simboli utilizzati e, in alcuni casi, hanno diramato circolari alle varie istituzioni locali circa la recrudescenza del fenomeno.
Nel caso specifico lametino è stato segnalato che all’interno del palazzo abita una donna sola e che per entrare senza “complicazioni” bisogna parlare di Dio per avere accesso.
Occhio, dunque, anche perchè i vari simboli, di solito, non sono tracciati ben in vista e consigliamo di prestare maggiore attenzione e magari segnalare alle autorità competenti i vari segni scoperti in modo da consentire un controllo mirato.
Per essere ancora più utili vi proponiamo tutti i disegni con relativa spiegazione che fino ad oggi sono stati codificati:
casa-furto-ladri