Lamezia, Mastroianni: tagli del Comune per servizi alunni disabili è fatto grave e inaccettabile

Lamezia Terme – “Il taglio drastico delle risorse operate in questi giorni con determinazione dirigenziale comunale n.74 del 29/8/2019, destinate ai servizi di promozione e assistenza degli alunni disabili della scuola dell’obbligo, è un fatto estremamente grave e rappresenta il paradosso di una vicenda che appare senza ragionevoli giustificazioni”.
La critica arriva dall’ex consigliere comunale, Nicola Mastroianni che spiega “Una riduzione ‘ragionieristica’ discutibile, ingiustificata e inaccettabile, quella operata, che non garantirà le ore erogate negli anni precedenti e crea da subito discrimine e grave pregiudizio ai diritti di quei bambini che esprimono bisogni speciali, ma anche un aggravio, in certi casi insostenibile, per le loro famiglie e per gli addetti al servizio di assistenza all’autonomia e alla comunicazione. Integrare gli alunni in situazione di handicap è prerogativa etica, morale e istituzionale che comporta non solo l’obbligo normativo di assolvere i normali adempimenti previsti ma, anche e soprattutto, il dovere umano di rispondere agli inderogabili bisogni materiali di questi alunni e familiari meno fortunati”.
A parere di Mastroianni “A questo proposito diviene, pertanto, indispensabile ripristinare il capitolo di spesa del bilancio comunale e garantire adeguata copertura finanziaria del servizio, allo scopo di assicurare le prestazioni a contenuto e profilo socio-educativo-professionale, funzionali ai processi di apprendimento e alla socializzazione degli alunni con disabilità, garantendo loro la normale ed effettiva partecipazione a tutte le attività scolastiche”.