Lamezia, inchiesta estorsioni e minacce ai dipendenti: Annullato sequestro beni ad Alberto Statti

Lamezia Terme – “Sono stati accolti tutti e tre i ricorsi presentati dai legali al Tribunale del Riesame di Catanzaro e, in virtù di questa decisione, il provvedimento di sequestro dei beni è stato annullato”. Lo afferma, in una nota, Alberto Statti imprenditore e presidente di Confagricoltura Calabria in merito all’inchiesta della Procura di Lamezia Terme su presunte estorsioni e minacce nei confronti dei dipendenti dell’azienda agricola.

Leggi anche:

Lamezia, estorsioni: Alberto Statti Presidente di Confagricoltura Calabria tra gli indagati