Lamezia, Gianturco: “Sì a telecamere negli asili ma anche in strutture per anziani e disabili”

Lamezia Terme – “Sì alle telecamere negli asili ma anche nelle strutture per anziani e disabili. Si tratta di un ottimo strumento da usare come deterrente contro le violenze affinché si tutelino le fasce più deboli, ma bisogna puntare maggiormente sui controlli e sulla prevenzione e tener conto della privacy dei lavoratori. Non tutti sono criminali”. A dichiararlo è Mimmo Gianturco, segretario generale territoriale del sindacato Confintesa.
“Voglio ricordare – afferma Gianturco – che nelle nostre strutture scolastiche, di cura e di riposo ci sono validi insegnanti, eccellenti professionisti e ottimo personale di supporto. Si può anche valutare un’inasprimento della pena ma dobbiamo rifiutare la logica forcaiola di un giustizialismo sterile. Non tutti sono criminali”.
“Quanto è successo in questi giorni a Lamezia Terme – conclude il sindacalista – deve farci riflettere; Ritengo giusto lasciare alla magistratura l’onere di ricercare eventuali colpe ma a noi spetta comunque quello di difendere i nostri figli, i nostri padri e le nostre sorelle”.