Lamezia, Cristiano (MTL): alloggi popolari via Cianflone problema risolto per le 12 famiglie

Lamezia Terme – “Sì conclude finalmente in maniera positiva la vicenda dei 12 alloggi di via Cianflone. Un iter travagliato a causa dei continui intoppi burocratici messi atto da alcuni uffici comunali che si sono dimostrati totalmente indifferenti alle richieste dei cittadini”.
Lo dichiara l’ex consigliere comunale nonchè presidente di MTL-Nuova Lamezia, Massimo Cristiano che sottolinea “È bene ricordare che a distanza di qualche mese dall’approvazione definitiva della graduatoria per l’assegnazione degli alloggi di via Cianflone, nessuna delle dodici famiglie lametine risultate assegnatarie era riuscita prendere pieno possesso degli immobili. L’Aterp aveva provveduto alla consegna delle chiavi, le famiglie avevano provveduto puntualmente al versamento delle mensilità richieste in favore del proprietario Aterp, tuttavia, insistevano diverse problematiche ostative all’accesso e abitabilità degli alloggi atteso che gli stessi erano privi dei contatori per l’energia elettrica. Detti lavori per garantire gli allacci, dovevano gravare in parte sull’Aterp ed in parte sul Comune, ma quest’ultimo non ha provveduto a versare le somme necessarie in assenza delle quali Aterp in un primo momento ha dovuto fermare i lavori”.
Cristiano, ricorda che “Abbiamo offerto il nostro contributo alle dodici famiglie lametine e da qui è nata poi la disponibilità dell’Aterp di accollarsi tutte le spese per i lavori dei contatori, questo per dare la possibilità alla famiglie di poter entrare nelle abitazioni, così facendo l’Aterp chiederà al Comune in un secondo momento le somme che non ha onorato come da legge. Finalmente una buona notizia in una città dove tutto gira male, a causa di una burocrazia comunale che sinceramente non sappiamo dove vuole arrivare. Noi come sempre saremo dalla parte dei cittadini, per i diritti,per la giustizia sociale con una politica dei fatti”.
“Ringraziamo il funzionario Aterp per la disponibilità e la stampa locale- conclude Cristiano- che ci ha sostenuto in questa battaglia sociale per il diritto alla casa. Un bel regalo di fine anno per dodici famiglie italiane”.