Lamezia, ‘Coord. 19 marzo’ denuncia: Parapiglia al pronto soccorso, interviene la Polizia

Lamezia Terme – Il ‘Coordinamento sanità 19 marzo’, attraverso un post sul profilo social, denuncia quella che definisce “Ennesima aggressione verificatasi questa notte presso l’ospedale Giovanni Paolo II, in Pronto Soccorso. Presenti cinque operatori sanitari: due medici e tre infermieri (quattro donne ed un uomo)”.
Secondo quanto si è appreso nel corso della giornata domenicale sembra che un cittadino rom, dopo aver subito un’aggressione, si sia recato in ospedale per ricevere assistenza seguito da un nutrito gruppo di parenti e conoscenti.
Gli animi si sarebbero scaldati al punto che, nella concitazione del momento, qualcuno dei presenti ha danneggiato la vetrata dell’accettazione del pronto soccorso. (nella foto)
Immediato l’intervento degli agenti del vicino Commissariato della Polizia di Stato che hanno riportato la calma.
Sulla base di queste nuove informazioni, dunque, non risultano aggressioni fisiche al personale medico e paramedico in servizio.
Il Coordinamento 19 marzo ha inteso, comunque, invitare tutti a non voler porre in essere tali atti ingiustificabili e ha annunciato che “continueremo a sollecitare la realizzazione del Piano di sicurezza di cui Vi anticipavamo dopo ultimo incontro con Direttore Sanitario. Non è più possibile aspettare. Il personale non può operare già con pochi mezzi ed in più con l’ansia e preoccupazione per questi eventi”.