Lamezia, Confintesa blocca l’accordo sindacale con Sacal e invita a fare fronte comune

Lamezia Terme – “A seguito del nostro esposto inviato alla Procura della Repubblica di Catanzaro e delle
pressioni sindacali e legali che Confintesa, unitamente al nostro legale Avv. Luisa Cimino, ha messo in atto a
difesa dei lavoratori stagionali, la Sacal ha deciso di annullare la convocazione dei precari prevista per martedì
12 febbraio alle ore 11:00 in ‘sede protetta’ presso i locali di Confindustria Catanzaro, ritirando di fatto lo
scellerato accordo sindacale firmato solo da CGIL e CISL”.
E’ quanto annuncia Mimmo Gianturco Segretario Generale Territoriale Confintesa Catanzaro-Lamezia che sottolinea “Non poteva essere altrimenti, si tratta di un accordo peggiorativo delle condizioni dei lavoratori e in contrasto
con le normative vigenti nonché fortemente lesivo di valori costituzionalmente garantiti. Ora bisogna
rivedere totalmente l’accordo sindacale, con la partecipazione di tutti i sindacati, firmatari di CCNL e non, si
torni a parlare di stabilizzazione, di congelamento della graduatoria reinserendo le 5 unità
incomprensibilmente escluse, di blocco dei contratti di somministrazione, di esodi agevolati ecc, si tutelino
realmente quindi gli interessi dei lavoratori di Sacal Spa e di Sacal GH. E’ giunto il momento dell’unità
sindacale”.
“Invitiamo, ancora una volta – conclude – UGL Trasporto Aereo, Uil Trasporti e l’Unione Sindacale di Base, a fare quadrato confrontandoci sul tema e condividendo lo stesso percorso per raggiungere unitariamente l’obiettivo”.