Lamezia, Comitato malati cronici denuncia le gravi difficoltà del reparto di neonatologia

Lamezia Terme – “Una situazione non più tollerabile e che mette sotto accusa una dirigenza che non é capace di assolvere nemmeno alle esigenze elementari. Questi signori devono essere mandati via a fare altro. Quanto sta avvenendo nel reparto di neonatologia dell’ospedale di Lamezia Terme ha dell’incredibile. Da reparto di eccellenza ora fatica a portare avanti la quotidianità a causa di carenze d’organico”.
La denuncia pubblica arriva dal Comitato Malati Cronici del lametino a firma del presidente Giuseppe Gigliotti che spiega “Il personale medico e paramedico è sottoposto ad uno sforzo e a turni massacranti. Siamo a questo punto? Chi deve provvedere? A chi spetta il compito di far funzionare il reparto a dovere? Lo apprendiamo da quanto accade ad una donna che ha partorito da poco. Non si riesce sempre a garantire la possibilità di una visita esterna ai neonati, tanto si è oberati di lavoro. Oltre al personale, che diventa fondamentale alla buona attività, si necessita di strumentazioni che si spera arrivino con sollecitudine. La neonatologia non può non far pensare alla TIN. Soltanto una scelta scellerata e inconsapevole dell’enorme bacino di utenza del lametino poteva pensare di chiudere la terapia intensiva neonatale lametina”.
Gigliotti, dunque, “invita” il commissario, il direttore sanitario, e le alte sfere “a far funzionare le strutture ospedaliere e fornire i reparti di quanto necessitano. Non riusciamo più a tollerare chi, pur percependo lauti compensi, assicura un servizio che non rispetta nemmeno la decenza”.