La Dia di Torino confisca beni ad esponente della ‘ndrangheta di Seminara

Torino – L’intero capitale di una società attiva nel settore del trasporto merci su gomma e numerosi beni mobili tra cui trattori, semirimorchi e autovetture è stato confiscato al 61enne Giuseppe Sgrò ritenuto esponente della famiglia di ‘ndrangheta Sgrò- Sciglitano, operante in Barrittieri, frazione di Seminara (RC) e attiva in Piemonte.
La confisca arriva in esecuzione ad un provvedimento emesso dal Tribunale ed operata dalla Direzione Investigativa Antimafia di Torino nell’ambito dell’operazione denominata in codice “Carminius.
L’uomo è attualmente detenuto, poicè condannato, dalla Corte d’Appello di Torino, a 7 anni di reclusione per associazione mafiosa. Secondo gli investigatori, Sgrò rappresentava la figura ‘trasversale’ tra le famiglie Raso di Cittanova (RC), in attività tra Vercelli e Biella, e Dominello, presente a Torino e provincia, e collegata alla cosca Pesce-Bellocco di Rosarno (RC). Il tribunale ha inoltre applicato a Sgrò la misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza per tre anni.