Inizia nel migliore dei modi l’avventura in Coppa Italia per l’ASD Lamezia Beach Soccer

- Advertisement -
Slider

Lamezia Terme – I lametini impegnati al Beretta Beach Stadium–Arena “Carlo Guarnieri” di Terracina (LT) nella 14a stagione del Beach Soccer targato Lega Nazionale Dilettanti, portano a casa la vittoria contro la quotata Livorno con il risultato 5-4 nella prima di Coppa Italia AON, e passano così ai Quarti.
Miceli, Gallo, Morelli, Martinez e Curcio i marcatori di giornata.
Grande entusiasmo dell’entourage per aver sconfitto una squadra blasonata che ambiva ad arrivare almeno tra le prime 4 di questa competizione.
Soddisfazione e orgoglio per Mister Walter Pellegrino, che nel post partita elogia l’impegno e la dedizione dei ragazzi “Per quanto riguarda la partita di oggi la prima cosa che mi preme sottolineare è l’impegno, la voglia, la cattiveria agonistica e la determinazione che tutti i ragazzi, da gruppo e da squadra, hanno messo in campo.
Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, ci sono molti spunti positivi dai quali ripartire così come, di contro, ci sono tante piccole cose che vanno migliorate. Ma questo è quasi naturale poiché erano in molti ad essere addirittura alla loro prima partita ed è anche giusto che si sbagli. Da questi errori dobbiamo migliorarci costantemente. L’obiettivo che ci siamo prefissati è di migliorarci giorno dopo giorno”.

“Avremmo dovuto gestire meglio gli ultimi minuti- aggiunge Pellegrino – soprattutto quando eravamo sul doppio vantaggio sul 5-3 a 3 minuti dalla fine. Dovevamo essere più bravi a gestire la partita però ci sono molte note positive, come la fase difensiva. Nel secondo tempo abbiamo sofferto pochissimo e gli unici episodi sono legati a situazioni a palla da fermo, in special modo su corner avversari e quando il portiere del Livorno saliva e creava superiorità numerica. Sono comunque ampiamente soddisfatto e un plauso va a i miei ragazzi.
Siamo contenti di essere tra le prime 8 in Italia e ci prepariamo ad affrontare un avversario che sulla carta è proibitivo, il Pisa, perché ha in rosa giocatori del calibro di Madjer, Battini, e tanti altri. Ma noi – conclude Walter Pellegfrino – siamo il Lamezia e sappiamo che dobbiamo far sudare tutte le proverbiali 7 camicie alle squadre che avremo di fronte.”

(c.s.)

9 giugno 2017