I Gruppi Calabresi a Roma alla Giornata Nazionale del Folklore e delle Tradizioni Popolari

Roma – Si è conclusa con un grande successo, la Giornata Nazionale del Folklore e delle tradizioni popolari, voluta e indetta dal Presidente del Consiglio dei Ministri Prof. Giuseppe Conte, dove nella direttiva trasmessa a tutti i Comuni d’Italia invitava le Pubbliche Amministrazioni, anche con il coordinamento con gli enti ed organismi interessati, a promuovere l’attenzione e l’informazione sul tema del folklore e delle tradizioni popolari, nell’ambito delle rispettive competenze e attraverso idonee iniziative di comunicazione e sensibilizzazione. e dove le Associazioni appartenenti alla Federazione Italiana Tradizioni Popolari della Calabria, con grande segno di appartenenza si sono adoperate per proporre molteplici iniziative in tutta la Regione.

“Grande soddisfazione per il risultato raggiunto – sono le parole del Vice Presidente Nazionale della Federazione Italiana Tradizioni Popolari Gerardo Bonifati – in quanto con questa direttiva il Primo Ministro riconosce il grande lavoro che le associazioni svolgono quotidianamente nella ricerca e snello studio delle tradizioni popolari e questo importante traguardo raggiunto dovrà servire da stimolo per cercare di far indire al governo stesso una legge apposita per regolamentare tutte le Associazioni folkloriche”
Infatti le tradizioni popolari – scrive il Presidente del Consiglio dei Ministri nella determina del 31 Luglio scorso – esprimono una cultura territoriale che costituisce eredità del passato da conoscere e di cui riappropriarsi, rappresentando un patrimonio da recuperare e valorizzare in ciascun territorio regionale italiano, e sono, un patrimonio indispensabile per fungere da volano per il turismo, con conseguenti ricadute positive di carattere economico”.
“Sono molto orgoglioso per le innumerevoli iniziative proposte in tutta Calabria per questa importante giornata – dice Marcello Perrone, Presidente della Federazione Italiana Tradizioni popolari della Calabria – in quanto le nostre Associazioni dal Pollino all’Aspromonte; dallo Ionio al Tirreno, tra vari convegni, spettacoli, opere teatrali-dialettali, rappresentazioni storiche, nelle varie Piazze, nei diversi siti archeologici, all’interno di numerosi Teatri e Istituti Scolastici, grazie le proprie musiche, i propri dialetti e i propri balli, hanno proiettando gli spettatori, attraverso un viaggio virtuale, nelle tradizioni della nostra terra di origine”.
Molte le iniziative dunque in Calabria da Morano a Cardeto, da Castrovillari a Vibo Valentia, da Mormanno a Campo Calabro, da Verbicaro a Migliuso, da Catanzaro a Cortale, tutte con l’intento di valorizzare le tradizioni popolari e di avvicinare le persone, specialmente i ragazzi, ormai risucchiati dalla calzante crescita tecnologica a quello che è stato il nostro passato.

“Nei vari incontri tenutasi a Roma con il Primo Ministro, insieme al Presidente Nazionale FITP Benito Ripoli – dice il Segretario Generale della FITP Franco Megna – si è subito notato il grande interessamento del Presidente Prof. Conte per le tradizioni popolari. Speriamo che questo, sia il primo passo per riconoscere la grande fatica che quotidianamente fanno tutte le Associazioni che si occupano di folkore. Dimostrazione di ciò è data dalla sua gioia quando gli è stata consegnata la tessera della Federazione Italiana Tradizioni Popolari”.
Tra le varie manifestazioni, sicuramente la più partecipata e suggestiva è stata quella voluta proprio dal Primo Ministro nella città di Roma, dove il Gruppo folk “Città di Tropea”, i “Miromagnum” di Mormanno, i “Canterini” di Serrastretta , la Pro Loco del Pollino, i “Castruviddari” e Città di Castrovillari, hanno rappresentato la Calabria, nella città capitolina, insieme ad altre 50 Associazioni tra Gruppi Folklorici, bande, Cortei Storici e Sbandieratori provenienti da ogni parte d’Italia, e dove, dopo l’appuntamento in Piazza del Popolo, in una grande sfilata, denominata “La Parata della Gioia” tutti i gruppi hanno sfilato lungo Via del Corso e Piazzale Venezia fino ad arrivare al Campidoglio, dove si è tenuta la cerimonia finale alla Presenza del Presidente Conte e della Sindaca Virginia Raggi.
“Grande soddisfazione per aver partecipato a questo importante appuntamento – dichiara entusiasta il Consigliere Nazionale FITP Andrea Addolorato – dove abbiamo potuto portare le tradizioni della Calabria nella capitale. Una gioia immensa durante la sfilata, nel percorrere una delle più importanti vie del centro alla presenza di migliaia di persone di tutto il Mondo, ed infine un’emozione indescrivibile quando, al Campidoglio, abbiamo avuto l’onore di essere premiati direttamente dal Presidente del Consiglio e dal Sindaco i Roma. Per tutto questo è doveroso ringraziare il Presidente della Federazione Italiana Tradizioni Popolari, Benito Ripoli, e tutta la Giunta per il grande lavoro svolto e per l’importante risultato raggiunto”.
Complimenti quindi a tutte le 42 Associazioni Calabresi, affiliati alla Federazione Italiana Tradizioni, in quanto, attraverso il loro costante lavoro offrono occasione per dire ad alta voce, che la Calabria, quella bella, è viva e attiva e si impegna quotidianamente per il nostro territorio.

(c.s.)