Grisolia: domenica 21 luglio “Giornata Regionale Ecologica Calabrese”

Grisolia (CS) – L’associazione socioculturale “Calabria Nuova” attiva nel comune alto tirrenico di Grisolia, aderisce alla Giornata Ecologica Regionale Calabrese (G.R.E.C.) di domenica 21 luglio 2019 con partenza da piazza Sant’Antonio alle ore 9:00. L’iniziativa, promossa da “Costa Nostra” ed Osservatorio Ambientale “Iride”, continua il cammino intrapreso dall’associazione in materia di tutela ambientale e sensibilizzazione civica e volge lo sguardo all’intera Calabria.
“L’azione comune G.R.E.C., Giornata Regionale Ecologica di Calabria, – si legge in una nota – nasce dalla necessità di riappropriarsi dei propri spazi, prendersi cura del proprio territorio e riaffermare la centralità della Natura nella nostra vita. […] Per troppi anni una classe dirigente e politica, più attenta a favorire gli interessi degli amici piuttosto che lo sviluppo del territorio e delle comunità, ha deturpato la nostra terra, la Calabria, patrimonio mondiale di Storia e Biodiversità. Ancora oggi politiche scellerate minacciano i nostri Luoghi e la nostra Vita. Agire nello stesso momento tutti insieme, ognuno nel proprio Luogo, sarà il nostro messaggio, il messaggio di cittadini liberi che non vogliono più delegare, cittadini liberi che vogliono dare il giusto esempio per contribuire alla Rinascita di questa Terra”.
“Ad oggi – si legge ancora – sono una ventina le associazioni calabresi che hanno aderito e che il prossimo 21 luglio, insieme, risaneranno aree inquinate nei propri comuni in prossimità di fiumi, spiagge, laghi, torrenti, boschi e centri abitati. Gli altri territori interessati nella provincia di Cosenza sono Tortora, Cleto e Amantea. Tutti sono invitati a partecipare e a seguire gli aggiornamenti sull’evento facebook dedicato.
C’è ancora tempo per aderire come associazione o gruppo”.
“E’ bene precisare- concludono dall’Associazione – che questo progetto va ben oltre l’azione simbolica, poiché questa e le giornate ecologiche precedenti, hanno concretamente dimostrato i benefici che piccoli gruppi di cittadini possono apportare alla comunità, rendendo nuovamente fruibili aree altamente inquinate o esteticamente compromesse”.