Governo Conte 2, Vittorio Feltri colpisce ancora: “Zoo pieno di terroni e ostile al Nord che li mantiene tutti”

- Advertisement -

Poteva mancare l’illuminata (si fa per dire) riflessione di Vittorio Feltri dopo la nascita del governo Conte 2? Alzi la mano chi ci aveva sperato. Siamo in tanti, davvero tanti.
Feltri stranamente ci è pure simpatico. Alt, ma solo grazie alla perfetta imitazione di Maurizio Crozza che forse nei suoi show dice davvero quello che il “nostro” bergamasco pensa e che, magari per quel minimo di pudore che gli è rimasto e per evitare querele milionarie, evita di dire usando le stesse precise parole del buon Crozza.
Ogni tanto, però, che ci volete fare, il suo vero carattere viene fuori e non riesce proprio a trattenersi. E in questo si sa l’età che avanza spesso gioca brutti scherzi.
Questa mattina, per esempio, sul suo giornale ha scritto testualmente “Non riesco ad immaginare l’umore di Mattarella, costretto a benedire questa porcata. Lasciamo a Conte il suo zoo pieno di terroni e ostile al Nord che li mantiene tutti”.
Analisi davvero “raffinata” per segnalare la marcata presenza nel nuovo esecutivo di ministri nati a Sud di Roma. In realtà per lui ogni occasione è buona per offendere il meridione d’Italia e quanti vi abitano o, come nel caso di oggi, vi sono “addirittura” nati.
Ad un “signore” di 76 anni deve essere portato rispetto. Lo impone l’educazione. Siete d’accordo, vero?

mdf