“Generazione Famiglia”: Regione Calabria propone il terzo sesso, “proposta assurda da rigettare”

Reggio Calabria – “Apprendiamo che la Commissione Cultura della Regione Calabria, nella seduta dello scorso 29 gennaio 2019, ha approvato la proposta di legge regionale n. 317-10 sulle “Disposizioni per il superamento delle discriminazioni basate sull’identità di genere e l’orientamento sessuale”. Si tratta di una proposta ideologica e illiberale che potrebbe comportare non solo la diffusione e l’imposizione dell’ideologia gender su tutto il territorio calabrese, ma verrebbero seriamente messe a rischio la libertà di pensiero e di opinione sancite dalla nostra Costituzione”.
E’ quanto dichiara Francesco Marrara, portavoce ‘Generazione Famiglia’ circolo di Reggio Calabria che aggiunge “La Regione Calabria, approvando questo provvedimento, rischia di farsi portatrice di pericolose istanze retoriche e discriminatrici, dietro le quali si celano le finte sirene della civiltà e del progresso. Auspichiamo, invece, che la Regione Calabria si faccia promotrice di una forte coscienza civica e sia sempre più attiva per un recupero delle nostre radici culturali attraverso le quali garantire il sostegno alla libertà di opinione, vero sale della democrazia partecipativa e risorsa fondamentale per assicurare libertà educativa a tutto il popolo calabrese. Coscienza civica ed identità, infatti, sono gli unici veri antidoti alle discriminazioni di ogni tipo”.
“Generazione Famiglia- conclude Marrara – è pronta sin da subito a mobilitarsi per contrastare questo provvedimento assurdo in quanto inutile ed ideologico”.

Leggi anche:

Bausone (PD): “Approvazione legge contro omofobia evento straordinario”