Fittasi stanza: no immigrati – no gay – no animali

Succede nella Capitale, un cartello è apparso nel quartiere di Cinquina: “stanza ammobiliata a 300.00 euro al mese – tutto compreso anche internet – no immigrati (anche se regolari) – no gay – no animali – contratto regolare 1anno. L’autore ha le idee ben chiare verrebbe da dire se non fosse che il cartello ha suscitando moltissima indignazione. Dopo la signora al Nord che non ha fittato la stanza alla ragazza di Foggia, che si è vista negare un affitto perché meridionale. Alla richiesta di chiarimenti la risposta è stata molto dura: “Sono una leghista sfegatata, per me i meridionali sono meridionali sia nel 2000 che nel 4000, ragione per la quale ho frenato un po’, perché per me le persone del Sud, i neri e i rom sono tutti uguali. Sono una razzista al cento per cento e quello che dice o che pensa lei non mi interessa. Ora anche Roma ha il suo protagonista, il signor Marcello autore appunto del cartello.